Si é inaugurato a Milano Gartencity Zurich 2009, un evento che coniuga arte e verde con l’obiettivo di offrire valore aggiunto ai cittadini e migliorare il loro rapporto con la città. Dal 18 maggio al 19 settembre Zurigo sarà decorata da 300 enormi vasi di artisti internazionali. Fino alla fine giugno, Milano ospita 6 di queste imponenti opere interpretate da artisti di Accademia di Brera, dai titoli ispirati ai valori della città elvetica: “Infinito azzurro”, “To Immanuel Kant”, “La Palma nella Palma”, “INvaso”, “Oasi zurighese”, “1 balena in + x Zurigo”. I vasi, ognuno dotato di pianta, raggiungono i 3 metri in altezza e 1 metro e mezzo in larghezza. Il progetto prevede l’esposizione delle opere a MiArt; nell’ambito delle iniziative per il fuori Salone del Mobile; nel quartiere di Brera, dal 23 al 26 aprile in collaborazione con l’Associazione dei Commercianti di via Madonnina; ad Orticola di Lombardia dall’8 al 10 maggio; saranno poi di nuovo nel Quartiere di Brera sino a fine giugno.

“Zurigo è davvero un’oasi di vivibilità e benessere, per la settima volta consecutiva la miglior città per qualità di vita al mondo – ha esordito – Elmar Ledergerber, sindaco di Zurigo. Parchi, aree verdi, piste ciclabili, bici gratuite per tutti – ha continuato Ledergerber -, una città a misura d’uomo che offre mostre, musei, gallerie d’arte, eccellente cibo e ospitalità, il tutto incastonato tra lago, fiume e montagne”.

“Milano può e deve esaltare il proprio ruolo di città d’acqua – ha detto il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri – coerentemente con la propria storia e con il proprio futuro: il sistema dei Navigli, protagonista di un florido passato, sarà decisivo per la crescita del nostro territorio in funzione di Expo 2015 e della sua eredità materiale e immateriale, contribuendo così allo sviluppo culturale, ambientale, economico ed urbanistico dei prossimi decenni. Milano e Zurigo, città per taluni versi concorrenti, presentano una complementarietà strategica in

molti ambiti che può portare a ulteriori sinergie, utili sia alla Svizzera sia all’Italia”. La cultura e l’arte – ha concluso il Presidente Palmeri – possono affiancare la scienza nella sensibilizzazione sul tema dello sviluppo sostenibile, con un messaggio laterale maggiormente legato al territorio e al vissuto quotidiano”.

“Un importante connubio tra arte e ambiente e un legame ancora più forte tra Milano e Zurigo. I grandi vasi che vedremo in importanti manifestazioni cittadine hanno proprio questo valore – ha detto l’assessore all’Arredo, Decoro urbano e Verde, Maurizio Cadeo -. Le sei opere, che verranno donate al Comune di Milano potranno essere un ottimo elemento di arredo urbano che andrà a impreziosire ambiti di riqualificazione urbana. Stiamo perseguendo la strada di posizionare alberi in centro città all’interno di vasi e quelli di Zurigo potrebbero essere il primo passo in questa direzione”.

 Versione stampabile




Torna