La Famiglia Furlanis è da molte generazioni impegnata nel settore della grande edilizia, capostipite di questa dinastia è stato Il Cavaliere del lavoro Armando Furlanis, punto di riferimento del gruppo per molti anni.

Imprenditore e filantropo, Armando Furlanis è stato uno dei cittadini che ha segnato in modo significativo lo sviluppo del territorio portogruarese nel dopoguerra, intervenendo con le sue attività e azioni benefiche, nei settori più disparati della vita pubblica, economica e sociale della città.

La storia della sua azienda si intreccia con quella dell’Italia, con la rinascita economica del Veneto e del suo rinnovamento, proponendo un modello imprenditoriale che è poi stato traino per tutto il settore edile italiano.

Per 70 anni il Gruppo Furlanis ha raggiunto un know how di altissimo livello grazie alla attività delle sue aziende di costruzioni edili attive in Italia e nei Paesi Arabi nella costruzione di grandi opere pubbliche quali autostrade, opere idrauliche e civili.

Dopo essersi affermato come uno dei maggiori gruppi italiani, nel 1991 vennero sciolte le aziende che ne facevano parte per iniziare una nuova fase imprenditoriale, con la nascita della Furlanis Ricostruzione Srl.

Proprio da questa esperienza, nel 1999 l’azienda, giunta alla terza generazione della Famiglia Furlanis, decise di lanciare con il marchio Dimora, un prodotto innovativo per quegli anni - il camino a gas senza canna fumaria - aprendo un settore sino ad allora mai insediato proprio perché i vantaggi di questo prodotto non erano ancora conosciuti nel mercato italiano.

Dim’ora è oggi uno dei maggiori produttori di camini a gas in Italia, un’idea che ha aperto la strada a prodotti che mantengono inalterate caratteristiche estetiche di altissimo livello, nascondendo sistemi tecnologici in grado di offrire un’altissima resa termica, a fronte di un risparmio notevole sui consumi.

Il progetto del marchio nasce infatti dalla possibilità di offrire una collezione di camini a gas “senza canna fumaria” creati appositamente per chi abita spazi contemporanei anche di piccole dimensioni o dove risulterebbe complicato ed estremamente costoso realizzare opere in muratura.  Questi camini sono veri e propri complementi di arredo moderni, essenziali e versatili, adatti ad ogni tipo di architettura cittadina.

Le potenzialità di sviluppo di questo segmento di mercato sono ottime, soprattutto in Italia, pensando a quanto le abitazioni moderne possano risultare complesse e apparentemente inadatte all’inserimento di un camino. L’obiettivo di Dim’ora si concentra proprio nel proporre un complemento di arredo capace di risolvere contemporaneamente le necessità di una facile e sicura installazione, di assolvere alle normative in materia di risparmio energetico e allo stesso tempo rispondere alla ricerca di  contenuti estetici. Questa la visione del marchio che in questi anni è cresciuto notevolmente, con una previsione di incremento del fatturato del 50% rispetto ai già ottimi risultati previsti per la chiusura del 2010.

Un segmento di mercato estremamente interessante quello dei camini a gas senza canna fumaria, che mette a disposizione una chance interessante (e competitiva) grazie a prodotti come quelli installati da Dim’ora, che sino ad oggi hanno mantenuto una dimensione commerciale contenuta proprio come scelta strategica, posizionandosi nel settore alto di gamma.

E’ in questa ottica che Dim’ora ha sviluppato il suo business, grazie alla fusione tra il know-how maturato nel settore ed il lavoro di un team altamente specializzato fatto di architetti, designer, fumisti, acciaisti e tecnici che permettono di installare camini certificati ed omologati alle normative europee.

Le collezioni del marchio si distinguono per la semplicità di installazione, la grande elasticità di inserimento, una tecnologia di altissima qualità, un design di altissimo livello, il tutto finalizzato ad ottenere il massimo risparmio energetico. Il camino a gas rappresenta una soluzione perfetta per vivere la stessa calda atmosfera del fuoco senza però gli inconvenienti della legna, questi camini sono puliti e possono essere gestiti anche con un telecomando.

Dal prossimo anno il marchio amplierà la propria gamma, distribuendo una serie di prodotti ad un prezzo più accessibile ma sempre con un altissimo livello qualitativo, puntando proprio sulla diffusione dei camini a gas e dei nuovissimi camini ad acqua.

Le serie prodotte dal marchio nascono anche da numerose partnership con aziende estere e con architetti di fama internazionale da Giacomo Passera a Michele Bonan, agli Studi Alessandro Trevisani, Piera Tempesti Benelli, TP e molti altri che collaborano alla creazione delle collezioni Dim’ora.

Al presente il marchio è distribuito in tutta Italia ed ha trovato in questi anni recenti uno sviluppo di mercato significativo nel settore dell’alta hotellerie, i camini Dim’ora sono stati infatti scelti da hotel in tutto il mondo tra cui: Hotel Victoria a Torino, Palazzo Del Corso a Lecce,  molti luoghi di charme a Firenze come l’Hotel Santa Maria Novella, Starhotels, Villa Mangiacane, Villa Palazzo, Lungarno Alberghi, a Firenze al J. K. Place, l’Hotel Hassler di Roma ed il Michlifen Ifrane Suites & Spa Hotel, nel cuore del Medio Atlante in Marocco.

Tra i progetti di questo anno, l’installazione di un camino a gas e di uno ad acqua, nei suggestivi ambienti dell’Hotel Metropol di Venezia.

 Versione stampabile




Torna