Dall’8 all’11 maggio 2014, nella quinta edizione di Taste of Milano l’eccellenza del gusto si abbina al Green e alla sostenibilità, al Superstudio Più in via Tortona, aprendo ufficialmente la stagione italiana dei Taste Festivals italiani. Il più grande Food Festival a livello internazionale oggi tocca ormai ben 21 città tra cui Londra, Mosca, Dubai, Toronto, Sydney, Cape Town, Amsterdam, Stoccolma, raggiungendo oltre 400.000 persone in tutto il mondo.

A Taste of Milano si parte per un viaggio alla scoperta di nuovi sapori e diversi stili di cucina, che raccontano esperienze vissute nel mondo dagli chef protagonisti dell’evento e che per la prima volta proporranno menù a base di piatti sostenibili.

Per l'occasione Taste ha stretto un accordo di partnership con Cloros, società specializzata in servizi alle aziende dedicati alla sostenibilità, per intraprendere insieme un percorso che, partendo dall’evento di Milano, si svilupperà nei prossimi appuntamenti italiani di Taste con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico diffondendo la cultura della sostenibilità in cucina.

Gli appuntamenti, imperdibili, quest’anno in Italia saranno tre: dopo Taste of Milano, ci sarà Taste of Roma dal 18 al 21 settembre 2014 e una tappa nuova dal 28 al 30 novembre 2014 per un inedito Taste of Christmas a Verona.

Anche quest’anno Electrolux, leader mondiale nella produzione di apparecchiature domestiche e professionali, è partner di Brand Events Italy nell’organizzazione dei tre eventi italiani. Electrolux curerà alcune delle iniziative di Taste più amate dal pubblico come, ad esempio, Electrolux Chefs’ Secrets, la scuola di cucina dove 24 fortunati potranno cucinare con gli elettrodomestici più innovativi, guidati da chef prestigiosi, e come Electrolux Taste Theatre, quest’anno completamente rinnovato per avvicinare ulteriormente i grandi cuochi al pubblico.

Il festival offre l’opportunità al grande pubblico di vivere esperienze interattive di degustazione d’alta gastronomia, vis à vis con alcuni dei migliori chef del panorama italiano.

Il team stellare quest’anno è composto da: Andrea Aprea (Vun, Park Hyatt Milan), Fabrizio Cadei (Acanto - Hotel Principe di Savoia), Daniel Canzian (Daniel), Andrea Migliaccio (LARTE), Roberto Okabe (Finger’s Garden), Wicky Priyan (Wicky’s), Andrea Provenzani (Il Liberty), Marco Sacco (Piccolo Lago), Misha Sukyas (L’Alchimista), Matteo Torretta (ASOLA |Cucina Sartoriale), Ilario Vinciguerra (Ilario Vinciguerra Restaurant). Ancora una volta, grazie alle invitanti portate create da questo gruppo fantastico di chef e dalle loro brigate, ogni visitatore potrà comporre il proprio menù stellato, muovendo solo pochi passi all’interno di un’unica location e privilegiando i sapori che più lo incuriosiscono. Taste of Milano è l’unica manifestazione in cui si possono gustare nel medesimo tempo le prelibatezze dei più importanti ristoranti della città e d’ Italia. Sì, perché Taste of Milano, proprio per far onore al tema “Aspettando Expo”, apre anche a ristoranti che non sono presenti nel territorio cittadino: Expo sarà a Milano ma apparterrà al mondo e per questo Taste of Milano vuole iniziare a celebrare tutti i talenti Italiani prima di ospitare i talenti del mondo.

L’eccellenza femminile in cucina avrà un posto di primo piano e sarà celebrata in un modo particolare: con un pop up restaurant di sole donne in cui si alterneranno due chef stellate appartenenti alla prestigiosa associazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe: Aurora Mazzuchelli (Ristorante Marconi) e Iside De Cesare (Ristorante La Parolina).

Taste of Milano 2014 vuol dire cucina sostenibile e rispetto per l’ambiente, con una serie di attività ed esperienze che coinvolgeranno chef, pubblico, territorio e prodotti.

Ogni chef nel suo menù proporrà un “piatto sostenibile” e presenterà metodologie di cottura a impatto ambientale minimo. Un’occasione da non perdere per scoprire come mettere in pratica i principi della cucina sostenibile e realizzare menù con piatti gustosi ed invitanti che “generino energia per la vita” anziché distruggere risorse.

Questi piatti saranno analizzati attraverso una scheda di sostenibilità realizzata da Cloros, che valuterà il processo dalla terra alla tavola facendo emergere i punti di forza e valorizzando le opportunità di miglioramento delle ricette. I risultati, elaborati sulle base di un questionario inviato precedentemente agli chef, terranno conto di quattro fattori: la quantità di emissioni di CO2 prodotte per la cottura, l'uso di acqua per la preparazione del piatto, l'uso di pesticidi negli ingredienti selezionati e la loro facilità di reperimento nonché disponibilità sul mercato.

L'obiettivo è quello di creare una cultura della sostenibilità in cucina, specialmente oggi che il mondo agroalimentare si trova ad affrontare un consumatore molto più attento a ciò che mangia, sia in termini di qualità del prodotto sia di provenienza delle materie prime e della loro trasformazione in cucina.

Con questa iniziativa, dunque, Cloros si pone al fianco di Taste per sensibilizzare il pubblico amante del buon cibo ed educarlo a un consumo responsabile degli alimenti.

Ecco qualche anticipazione:

Filetto di pesce “Centrolofo viola” marinato al karkadè in manto di piselli e chips di amaranto biologico, piatto proposto dallo chef Fabrizio Cadei (Ristorante Acanto - Hotel Principe di Savoia) che ha scelto ingredienti bio e una cottura del pesce particolare, anzi una “non cottura” (poiché il pesce viene marinato in modo naturale);

“Quel Diavolo di un Pollo!” piatto creato dallo chef Matteo Torretta (Ristorante ASOLA |Cucina Sartoriale) che propone Pollo in panure di senape e peperoncino con maionese di pomodoro a base di pollo lombardo, olio evo di Riva del Garda e peperoncino dell’orto;

Ravioli capresi con pomodorini e basilico fresco, tipici della tradizione caprese, e quindi a chilometri zero, proposti dallo chef napoletano Andrea Migliaccio (Ristorante LARTE);

Lo chef Daniel Canzian (Ristorante DANIEL) propone invece “Bellini - Pesca”, versione meringa, granita al prosecco, menta e amaretti

In questa quinta edizione di Taste of Milano, a un anno esatto da Expo 2015, il tema della sostenibilità sarà il fil rouge di numerose iniziative. Una di queste sarà legata al Green carbon footprint: in quest’ evento unico, lo spazio sarà trasformato in giardino, un’oasi verde e luminosa in cui accogliere il pubblico tra orti e ristoranti dalla filosofia green.

A Taste of Milano, tanti momenti all’insegna del senza glutine

Chi ha detto che celiachia e sensibilità al glutine siano necessariamente nemiche dell’alta cucina? Oggi l’alimentazione senza glutine non è più sinonimo di rinuncia forzata ai piaceri del palato, anzi…sono sempre più numerosi gli chef che scelgono di interpretare l’alta cucina in chiave gluten free, utilizzando materie prime di qualità.

Per averne la prova, a Taste of Milano 2014, alcuni degli chef protagonisti dimostreranno come l’alta cucina possa essere anche piacevolmente gluten free: Misha Sukyas (Ristorante L’Alchimista) propone “Caramella di pollo con farina di riso e gambero in gelet di barbabietola affumicata e terra di frolla con gocce di fondo bruno”; Andrea Provenzani (Ristorante Il Liberty) propone “Tarte tatin di pomodori e origano, burrata di Andria e sorbetto al limone”; last but not least Andrea Aprea (Ristorante Vun, Park Hyatt Milan) presenta: “Uovo, parmigiano, birra e pane di segale”.

Nell’organizzazione di una “gluten free experience” all’insegna della cucina d’autore, Taste of Milano e DS - gluten free proporranno abbinamenti, in collaborazione con alcuni propositori, creati ad hoc e pronti per essere degustati.

Immancabili gli appuntamenti Electrolux con:

Electrolux Chefs’ Secrets, la scuola di cucina - Una vera e propria scuola di cucina in cui poter perfezionare le proprie capacità facendo tesoro di segreti e consigli svelati dagli chef. Sarà possibile seguire fino a 25 corsi, della durata di 30 minuti, con 24 postazioni di lavoro dotate di elettrodomestici innovativi.

Electrolux Taste Theatre, in cucina con gli chef - L’Electrolux Taste Theatre quest’anno si rinnova! Gli chef scenderanno dal palco per essere più vicini al pubblico e per coinvolgerlo in maniera attiva. Gli showcooking per ogni sessione saranno quattro e tematici. Ogni sessione infatti approfondirà un tema diverso e lo farà proponendo un menu completo che prevederà: antipasto, primo, secondo e dolce. I protagonisti? Ovviamente alcuni tra i più importanti Chef appartenenti al panorama della cucina italiana.

Electrolux VIP Hospitality Area - Nell’area Lounge gli chef dell’Electrolux Chef Academy e altri illustri ospiti saranno a disposizione del pubblico per domande e consigli. Qui, in loro compagnia e dei piatti che presenteranno, si potranno scoprire le migliori apparecchiature domestiche e le nuove tecniche di cottura.

Taste of Milano è aperto a tutti, ma con ingressi limitati per dare la possibilità ai partecipanti di vivere un’esperienza di alta qualità. I biglietti si possono acquistare in prevendita su www.tasteofmilano.it.

Sul sito sarà possibile trovare tutte le news sempre aggiornate.

Gli Orari: Giovedì 8 maggio, NIGHT dalle ore 19.00 alle ore 24.00 - Venerdì 9 maggio, DAY dalle ore 12.00 alle ore 15.30 (solo su invito) e NIGHT dalle ore 19.00 alle ore 24.00 - Sabato 10 maggio, DAY dalle ore 12.00 alle ore 17.00 e NIGHT dalle ore 19.00 alle ore 24.00 - Domenica 11 maggio, DAY dalle ore 11.30 alle ore 16.30 e NIGHT dalle ore 17.30 alle ore 22.30.

Grazie a Edenred, inventore degli storici Ticket Restaurant®, l'alta cucina è finalmente a portata di tutti. In occasione di Taste of Milano l’eccellenza del gusto entra a far parte del network Ticket Restaurant® e diventa accessibile agli oltre 1,5 milioni di utilizzatori che potranno degustare, grazie ai loro buoni pasto, le ricette delle stelle della ristorazione italiana.

Ticket Restaurant® si conferma l’unico buono pasto sempre ben accetto. Ovunque.

Come è nello stile di Taste of Milano, il programma di attività e appuntamenti esclusivi con la degustazione e con i top chef sarà fittissimo e vario. Accontenterà sia esperti ed appassionati che semplici amanti della cucina e neofiti dei fornelli. Grande attenzione sarà dedicata all’esperienza pratica, grazie a incontri ravvicinati con gli chef, durante i quali ci si potrà mettere alla prova e scoprire i trucchi del mestiere. Inoltre, si sa, dove c’è buon cibo non può mancare il buon vino! A Taste of Milano varrà la pena fermarsi in uno dei diversi wine bar e farsi guidare dall’esperienza del team di professionisti della storica Enoteca Trimani che abbineranno le migliori etichette ai piatti proposti dai ristoranti partecipanti.

Anche i più piccoli saranno coinvolti in esperienze interattive in un’apposita Area Kids. Potranno, infatti, diventare i protagonisti dei Kids Edutainment, percorsi di educazione al gusto che li aiuterà a scoprire un’alimentazione sana e sostenibile per l’ambiente.

A rendere ancora più interessante la quinta edizione di Taste of Milano si aggiunge una novità: il Wine Caveau.

Il Wine Caveau è un modo particolare di parlare - e soprattutto bere vino - senza perdersi nelle sfumature fruttate o su quanto si avverta il tannino. Partiamo da presupposti inattaccabili: è indimenticabile assaggiare un'etichetta leggendaria; ancora meglio se si ha qualcun’ altro con cui condividere l'entusiasmo e l'introspezione gustativa. Come rendere un capolavoro enologico accessibile ai più? Frammentando la barriera più consistente: il prezzo. Da qui nasce il concept di Wine Caveau. 100 vini top, mitici, leggendari proposti non per essere acquistati e conservati in una cantina a prendere polvere in attesa di diventare marsala, ma venduti, stappati, bevuti (e goduti) al bicchiere in compagnia di amici o di chi condivide questa passione.

The Lab - Per chi ha voglia di imparare ed è impaziente di curiosare dietro le quinte si rinnova l’appuntamento con The Lab, vero e proprio laboratorio che evoca il retrobottega degli artigiani, fucina di delizie dolciarie e salate, dove nascono le alchimie del gusto. I migliori pasticceri, panettieri, pizzaioli e cake designer sono pronti a svelare i loro trucchi per un impasto perfetto attraverso mini lezioni da 30 minuti dedicate a pochi appassionati per volta. Anche i bambini, ai quali saranno dedicati degli eventi su misura, potranno divertirsi prendendo parte a classi a loro dedicate.

Blind Taste - Stimolare la fantasia per riconoscere i sapori “al buio” e scoprire di possedere un quinto senso, quello “gastronomico”; questo è quello che il Blind Taste è in grado di farvi scoprire . Il pubblico, bendato, si siederà intorno ad un grande tavolo, dove Milly Callegari li guiderà attraverso questa esperienza sensoriale. Si rimarrà stupiti quando in bocca si assaporeranno abbinamenti strani, particolari, misteriosi che saranno riconosciuti solo attraverso l’olfatto e il gusto.

Info, programma: Taste of Milano 2014 - www.tasteofmilano.it.

 Versione stampabile




Torna