LacMus Festival 2017

19/06/2017

Dal 9 al 16 luglio, nella magica striscia di terra tra acqua e cielo che è la Tremezzina, sul Lago di Como. andrà in scena la prima edizione di LacMus, Festival Internazionale di Musica, Arti e Accademia: si susseguiranno quattro concerti e un evento speciale, la Greenway musicale del Lario.

I concerti si terranno in sedi uniche per la loro bellezza: Villa Balbianello, Villa Carlotta, le chiese di Santo Stefano a Lenno e il Sacro Monte di Ossuccio.

Si esibiranno artisti di levatura internazionale, come il soprano Christiane Karg, i violinisti Augustin Dumay e Giuliano Carmignola, il pianista franco-canadese di fama internazionale, Louis Lortie, che del Festival è anima e ideatore a quattro mani con il collega e direttore d’orchestra Paolo Bressan, varsino. Accanto ai grandi nomi non mancheranno le nuove generazioni, cui LacMus dedica un’accademia estiva: saranno ospiti, infatti, i giovani musicisti della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio, la cui presenza darà vita ad un fecondo dialogo e scambio tra professionisti affermati e talenti al loro sbocciare.

Il concerto di apertura, domenica 9 luglio, ore 18, sarà una meditazione musicale nel Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio, patrimonio dell’umanità dell’Unesco: Christiane Karg, affascinante soprano bavarese, proporrà un itinerario nel mondo del Lied, affiancata dal violinista francese Augustin Dumay.

Il secondo concerto, giovedì 13 luglio, ore 21, nella Villa Carlotta a Tremezzo, sarà incentrato sul tardo romanticismo Augustin Dumay e Louis Lortie eseguiranno la Terza Sonata per violino e pianoforte di Brahms, e con alcuni amici musicisti eseguiranno il Quintetto.

I giovani artisti della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio, invece, saranno al centro del terzo concerto, venerdì 14 luglio, ore 19, presso Villa del Balbianello a Lenno, in uno spumeggiante ed esplosivo Hommage à la France, nel giorno della festa nazionale che ricorda la presa della Bastiglia.

Sabato 15 luglio, a partire dalle 17, è in programma la Greenway: un percorso attraverso i luoghi più belli della Tremezzina, tra ville rinascimentali, antiche strade romane e passeggiate a lago, intercalato da intermezzi musicali al chiaro di luna per “sentire la luce e vedere il suono”. Il suggestivo itinerario sonoro inizierà a Villa Balbiano, toccherà la Casa d’arte Brenna-Tosatto in Piazza Campidoglio, lo studio del pianista Louis Lortie, la scalinata a lago di Villa Monastero e terminerà a Villa del Balbianello.

Giuliano Carmignola, grande violinista italiano, chiuderà il Festival domenica 16 luglio, alle 19, presso il Grand Hotel di Tremezzo insieme all’Accademia dell’Annunciata, con un programma interamente dedicato a Vivaldi “… dell’ebrezza e del delirio”, che terminerà con le Stagioni di Vivaldi.

Su un binario parallelo rispetto al cartellone dei concerti, da mercoledì 12 a sabato 15, si terranno le prove, aperte al pubblico, presso la Biblioteca di Lenno.

Il festival LacMus è organizzato da Ars Aeterna, libera associazione culturale, con la collaborazione del Comune di Tremezzina.

Info, biglietti, programma completo: www.lacmusfestival.com - info@lacmusfestival.com