Castel d’Ario: La Bigolada

07/12/2017

Nell'anno di Ea(s)t Lombardy, la Pro Loco di Castel d'Ario ha presentato, giovedì 30 novembre, a Milano, presso l’Osteria del Treno, il progetto La Bigolata, che unisce cultura, storia, tradizione e gastronomia, ed è stato finanziato dal Bando Unico Cultura 2017 di Regione Lombardia.

Il progetto La Bigolata intende ricercare documentazioni fotografiche storiche e realizzare non solo un sistema multimediale con corrispondente pubblicazione online di schede di inventario, ma anche iniziative di promozione della tradizione agroalimentare, laboratori nelle scuole ed altre attività che concorrono alla costante trasmissione, di generazione in generazione, di una tradizione del territorio.

Il prossimo 14 febbraio 2018, la 178 edizione della manifestazione La Bigolata animerà la cittadina di Castel d’Ario, un paese a 10 km dalla città di Mantova, che ha dato i natali a Tazio Nuvolari.

Nata nel 1848 come moto di rivolta contro gli austriaci, quando sulla piazza del paese furono distribuiti, gratuitamente, polenta, aringhe, cospettoni e vino, La Bigolada, oggi, è una grande manifestazione popolare di piazza: alla popolazione vengono distribuiti 12/13 quintali di fumanti bigoli con le sarde (in dialetto: bigoi con le sardèle), cioè gli spaghetti conditi con acciughe e tonno, cotti in grandi paioli nella piazza, mentre l’intero paese fa festa. In contemporanea, infatti, sono organizzate mostre, sfilate di maschere e giochi di piazza.

Intanto ... a partire da ieri, mercoledì 6, e fino a domenica 10 dicembre, a Castel d'Ario si tiene la 22ma edizione di Oss Fest, vale a dire la Festa dell’osso, nata per far scoprire le tradizionali abitudini del periodo invernale, secondo le quali del maiale non si butta via niente. In grandi pentoloni, per più ore, vengono fatti bollire le ossa, i piedini, le orecchie e il codino del maiale, che, poi, sono servite in un capannone riscaldato con posti a sedere, con grandi bavagli perchè tutto viene mangiato rigorosamente con le mani. Il menù prevede anche carne di maiale alla griglia, cotechino con fagioli e il caratteristico piatto locale: il Riso alla Pilota di Castel d'Ario De.C.O., cotto, tradizionalmente, in paioli di rame o acciaio e condito con il "pistume", un condimento ricavato dalla pasta di salame fresca.

Info: Pro Loco Castel d’Ario - info@bigolada.it - www.prolococasteldario.it.