Milano, Cineteca: Capodanno d’autore in Cineteca

29/12/2017

Domenica 31 dicembre 2017, presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano, va in scena Capodanno d'autore In Cineteca in 35 mm, che conclude Cineteca 70, l'iniziativa che, nel corso di tutto il 2017, ha festeggiato i settant'anni della Cineteca di Milano.

Il programma prevede la proiezione di quattro autentici capolavori di altrettanti maestri della settima arte, testimonianze di modi diversi di intendere il cinema d’autore, ma tutti, allo stesso modo, capaci di divertire, emozionare e far riflettere sui molteplici aspetti della nostra vita: alle 14.30 sarà proiettato il film Giorno di festa(Jacques Tati), cui seguirà alle 16.15 Oltre il giardino (Hal Ashby), alle 18.45 si potrà vedere Blade Runner - The Director's Cut (Ridley Scott), mentre alle 21.00 sarà la volta di 8 1/2 (Federico Fellini).

Giorno di festa di Jacques Tati - Film d'esordio di Jacques Tati, comico francese, che ha come protagonista un maldestro postino. - Nel paesino di Sainte-Sevère-sur-Indre fervono i preparativi per la festa ormai prossima. Tutti collaborano, anche François, il solerte ed imbranato postino. Attaccato alla sua scassata bicicletta ed oppresso da una borsa sempre troppo pesante, per lui la consegna veloce è una missione. - R.: Jacques Tati. Sc.: J. Tati, Henri Marquet. Int.: J. Tati, G. Decomble, P. Frankeur, S. Relli. Francia, 1949, 80’, v.o. sott. it.

Oltre il giardino di Hal Ashby - Feroce critica alla società americana dell'epoca e, allo stesso tempo, trionfo dell'uomo lobotomizzato dalla televisione che viene eretto a simbolo di una nazione. - Chance, giardiniere ignorante, la cui fonte di informazione è unicamente la televisione, viene scambiato per un famoso filosofo. In seguito ad una serie di equivoci diventa una celebrità nazionale e viene persino ricevuto alla Casa Bianca come consigliere. - R.: Hal Ashby. Sc.: Jerzy Kosinski, Robert C. Jones. Int.: Peter Sellers, Shirley MacLaine, Milvyn Douglas, Jack Warden. USA, 1979, 130’, v.o. sott. it.

Blade Runner - The Director's Cut di Ridley Scott - Ambientato in un futuro inquietante, dove la tecnologia non è disumana, ma troppo umana. - A Los Angeles il sole non splende mai, perennemente oscurato da nubi di smog. Nella città solcata da futuristici mezzi di trasporto, un ex poliziotto ritorna in servizio per dare la caccia a quattro “replicanti”, robot in tutto e per tutto simili (esteriormente) agli esseri umani. - R:. Ridley Scott. Sc. Hampton Fancher, David Peoples, dal romanzo Do Androids Dream of Electric Sheep? (Il cacciatore di androidi) di Philip K. Dick. Mus.: Vangelis. Int.: Harrison Ford, Rutger Hauer, Sean Young, Edward James Ohmas, M. Emmet Walsh, Daryl Hannah. USA, 1982-1992, 118’.

8 1/2 di Federico Fellini - Una delle migliori pellicole cinematografiche di tutti i tempi, fonte d'ispirazione per generazioni di registi. - Un film sul cinema, perché il protagonista, alter ego di Fellini, è alle prese con l’ideazione di un nuovo film. Solo che è pieno di dubbi, sull’orlo di una crisi creativa ed esistenziale, come sperduto su una giostra di ricordi, rimpianti, sogni, amori falliti, amanti in corso, amicizie incerte. - R.: Federico Fellini. Sc.: F. Fellini, Ennio Flaiano, Tullio Pinelli, Brunello Rondi. Musica: Nino Rota. Int.: Marcello Mastroianni (nella foto), Anouk Aimée, Sandra Milo, Claudia Cardinale, Rossella Falk, Barbara Steele, Polidor. Italia/Francia, 1963, 138’.

Info: Cinema Spazio Oberdan - Piazza Oberdan angolo Viale Vittorio Veneto, 20124, Milano (MM1 Porta Venezia) - Ingresso intero € 7,50, ridotto con Cinetessera € 6, Cinetessera annuale 2018 € 10 - www.cinetecamilano.it