Red Dot Design Award alla collezione di cookware Stile

03/05/2018

Il prossimo 9 luglio prossimo, nel corso della cerimonia che si svolgerà all’Aalto Theater di Essen, in Germania, sarà ufficialmente consegnato il premio Red Dot Design Award, uno dei più prestigiosi premi di design a livello mondiale, a STILE, la linea di pentole disegnata da Pininfarina, una delle icone del design italiano, e realizzata da Mepra, azienda all’avanguardia per la produzione di posate e prodotti in acciaio.

La giuria del Red Dot Design Award ha valutato prodotti provenienti da 59 Paesi e STILE, con il suo look contemporaneo ed essenziale, ha saputo conquistare il parere favorevole della maggioranza.

STILE porta in cucina l’eleganza senza rinunciare alla funzionalità, rendendo l’esperienza del cucinare ancora più soddisfacente. La purezza delle linee e le geometrie pulite danno forma a una collezione in cui stile e funzione raggiungono l’equilibrio perfetto. Il coperchio, dalle linee arrotondate, richiama la forma della pentola, garantendo una perfetta integrazione degli elementi, quasi a suggerire l’idea di un corpo unico ed estremamente compatto. Il contrasto tra la finitura satinata esterna e quella lucida dei manici conferisce alla collezione un aspetto inconfondibile.

L’assegnazione del Red Dot Design Award ci riempie di gioia e orgoglio - ha spiegato Luigi Prandelli, Amministratore delegato di Mepra - anche perché è il frutto non solo della ricerca stilistica, ma anche dell’attenzione a sicurezza, ergonomia e funzionalità. Grazie al prezioso contributo di Pininfarina possiamo definire STILE un concentrato di eccellenza italiana, l’espressione di un approccio innovativo al design in grado di mettere al centro le persone, i loro desideri e le loro esigenze.

Forma e funzione si sposano armoniosamento nella collezione Stile. - ha afferma Paolo Pininfarina, Presidente del Gruppo - Il Red Dot Design Award certifica l’eccellenza del design di questo progetto che ci ha permesso di esprimere le nostre competenze nell’industrial design e la nostra profonda conoscenza del mondo Home.