Guida Gambero Rosso 2019: Roma e il meglio del Lazio

03/07/2018

La splendida e panoramica Terrazza Aranci del Waldorf Astoria Rome Cavalieri ha ospitato lo scorso 21 giugno la presentazione agli addetti ai lavori e alla stampa di settore della 29esima edizione della tradizionale guida Roma del Gambero Rosso.

I locali sono classificati come di consueto secondo diverse valutazioni, identificate da simpatici simboli visivi che in numero da 1 a 3 individuano le eccellenze in ogni categoria: forchette per i ristoranti, gamberi per le trattorie, bottiglie per i wine bar, boccali per le birrerie, mappamondi per i locali etnici, cocotte per i bistrot. In particolare i ristoranti, per una più precisa classificazione, sono valutati con un voto in centesimi, riportato in guida se pari o superiore a 75/100.

Nonostante la città non possa vantare ancora la spinta propulsiva che anima altre capitali, nell’ultimo anno qualcosa si è mosso grazie all’intelligenza imprenditoriale di “vecchi” campioni del gusto: è il caso di Angelo Troiani e del “nuovo” Convivio, restyling della struttura e rinascimento culinario; il ristorante si aggiudica, tra l’altro, il premio per la miglior proposta di vino al bicchiere al ristorante. Angelo Troiani è inoltre una delle anime di Assaggia, un altro dei locali premiato come novità dell’anno

Non mancano formule innovative, e questa volta c’è chi, finalmente, si è distinto in questo campo regalando alla Capitale la più importante novità dell’anno: Spazio, la formula multitasking firmata Niko Romito, rivelatosi l’esperimento più originale in tema bistrot, che si aggiudica subito le Tre Cocotte andando ad affiancare Caffè Propaganda.

Buone nuove anche nel variegato mondo dei wine bar che arrivano da due capitani di lungo corso come Alessandro Bulzoni, che ha cambiato pelle alla storica enoteca di famiglia trasformandola in enotavola tout court, aggiudicandosi il premio per la miglior proposta di vino al bicchiere al winebar, e Fabrizio Pagliardi, che, dopo Barrique e Remigio, con Barnaba, nuovo Tre Bottiglie, chiude il cerchio dei suoi indirizzi che rendono omaggio a piccole grandi realtà enoiche indipendenti.

Novità poi fra i tre Gamberi: accanto a Sora Maria e Arcangelo torna un grande classico come Armando al Pantheon ed entra Mazzo, il progetto di trattoria 3.0 firmato da Francesca Barreca e Marco Baccanelli.

Tutte conferme per quanto riguarda le Tre Forchette: la Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri, La Trota di Rivodutri, l’Imago dell’Hotel Hassler, le Colline Ciociare, Il Pagliaccio, Pascucci al Porticciolo.

Per i Tre Boccali sono confermati Open Baladin e l’Osteria di Birra del Borgo.

E veniamo ai premi speciali: Miglior servizio di sala a Metamorfosi, Miglior servizio di sala in albergo a La Terrazza dell’Hotel Eden e Novità dellʼanno ad Assaggia, Barnaba, Spazio Niko Romito, Retrobottega e Torcè.

Prosegue la collaborazione con Associazione Stampa Estera che ha assegnato a Maledetti Toscani, da Roberto e Loretta, La Rosetta, la Parolina, Gruè e il Cannolo Siciliano il proprio Premio Gruppo del gusto.

Roma 2019 del Gambero Rosso, di 288 pagine, è disponibile in edicola e libreria al prezzo di 10 €, oppure scontata a 8,50 € online su https://store.gamberorosso.it/it/14-libri-guide.

Ugo Dell’Arciprete