FOCUS ON LINE - RIVISTA N 5, 8 giugno 2018

Cultura e Spettacoli, Spettacoli

Lago di Como, Tremezzina: Festival Internazionale di Musica LacMus, 2° edizione
Il festival è in programma dal 28 giugno all’8 luglio 2018

Lo scorso 29 maggio, a Milano, presso lo Showroom Fazioli, in Via Conservatorio 17, è stata presentata la seconda edizione di LACMUS - Festival Internazionale di Musica, che si svolgerà dal 28 giugno all'8 luglio, nella Tremezzina, sul Lago di Como.

Il Festival Internazionale di Musica LacMus è nato l’anno scorso per iniziativa del pianista franco-canadese Louis Lortie e dal varesino direttore d’orchestra Paolo Bressan.

Con la seconda edizione del Festival LacMus vogliamo rendere omaggio ai compositori che vengono celebrati nel 2018. - hanno dichiarato i due direttori artistici Lortie e Bressan - Il tema della edizione di quest’anno, infatti, sono gli anniversari di Rossini, Tchaikovsky, Debussy e Bernstein. La musica leggera e spumeggiante di Rossini sarà accostata alle opere di Debussy e Tchaikovsky, entrambi supportati dalla mecenate russa baronessa Nadezhda von Meck, mentre Bernstein sedurrà i partecipanti al festival con i suoi ritmi energici, sempre al confine fra jazz e musica classica.

Anche quest’anno il Festival Internazionale di Musica LacMus porterà, in un territorio unico nel suo genere, artisti di fama internazionale, come, ad esempio, Hélène Mercier, Evelina Dobraceva, Augustin Dumay, Miguel Da Silva, Marie Pierre Langlamet, Mathieu Dufour, Louis Lortie e i giovani talenti, emergenti, non solo della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio, nata nel 1939, ma anche comaschi, come la violinista Emma Arizza, la violoncellista Victoria Saldarini ed il pianista Danilo Mascetti.

Una prima novità di quest’anno è la connessione tra LacMus e le realtà musicali del territorio lariano, come l’Istituto Comprensivo Statale di Tremezzina, ad indirizzo musicale e la Banda della Tremezzina, che festeggia, nel corso del 2018, i suoi 125 anni di attività. Inoltre, tra i

Altra importante novità di questa seconda edizione è la nascita di LacMus Ensemble, una formazione, che vuole favorire lo scambio accademico tra Maestri e giovani artisti: l’orchestra d’archi LacMus Ensemble sarà composta da musicisti provenienti da tutto il mondo, Gary Levinson, primo violino della Dallas Symphony Orchestra e professore in residenza alla Royal Academy of Music di Londra, Gabriele Carpani, comasco, contrabbasso solista dell’Orchestra Nazionale della RAI, giovani artisti in residenza della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio ed allievi della Royal Academy of Music di Londra.

Il Festival Internazionale di Musica LacMus toccherà, con i suoi concerti, alcuni impareggiabili punti del territorio: il Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio, sito del Patrimonio Unesco, Villa Carlotta, Villa del Balbianello, bene FAI, Grand Hotel di Tremezzo e Greenway del Lario.

Il Festival Internazionale di Musica LacMus sarà aperto, giovedì 28 giugno, a Villa Carlotta, dal duo pianistico Louis Lortie ed Hélène Mercier che sottolineeranno la connessione fra Tchaikovsky (le trascrizioni dai balletti La bella addormentata nel bosco e Il lago dei cigni) e Debussy (En blanc et noir e La mer, affresco orchestrale qui presentato in versione pianistica).

Il Festival Internazionale di Musica LacMus sarà concluso, domenica 8 luglio, al Grand Hotel Tremezzo, dal LacMus Ensemble, diretto da Paolo Bressan, con un concerto che proporrà musiche di Rossini (la Sonata a Quattro No. 3 in Do maggiore e l’Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra, entrambi in una versione per orchestra d’archi) di Debussy (le Danze Sacre e Profane) e di Tchaikovsky (la Serenata per archi).

Tra i numerosi appuntamenti, previsti tra fine di giugno e la prima settimana di luglio, segnaliamo, in particolare.

Villa del Balbianello - venerdì 29 giugno - ultime tre Sonate di Debussy (Syrinx per flauto solo, il Trio op. 50 di Tchaikovsky.

Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio - sabato 30 giugno - la musica vocale e cameristica di Tchaikovsky, Rachmaninov e del contemporaneo compositore russo Alexander Rom.

Lenno, Piazza Campidoglio - domenica 1 luglio - i giovani artisti in residenza della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio suoneranno Dumka di Tchaikovsky, la Petite Suite di Debussy e il Gran Sestetto di Glinka.

Villa Carlotta - martedì 3 luglio - il clarinettista Anton Dressler e la pianista Victoria Vassilenko accosteranno lavori di Debussy e del suo conterraneo Milhaud a pagine di Bernstein e di altri autori americani, in un dialogo coloristico tra musica impressionista e jazz, che sfocerà nei Quattro Rag di John Novacek..

Lenno - mercoledì 4 luglio - il quintetto Quintessenza Brass, tutto italiano, presenterà lavori di tutti e quattro i compositori cui è dedicato il Festival.

Lenno, lungolago - venerdì 6 luglio - il corpo musicale di Vittorio Veneto di Tremezzo con i Quintessenza Brass ed Anton Dressler, proporranno l’evento Festival off, dedicato all’arte del ‘suonar marciando’ all’italiana e ai ritmi dixieland e blues “made in New Orleans”.

Da Chiesa di Sant’Eufemia a Ossuccio alla Villa del Balbianello a Lenno - sabato 7 luglio - un percorso che si snoderà attraverso i luoghi più belli di tra ville rinascimentali, antiche strade romane e passeggiate a lago, accompagnati da intermezzi musicali.

LacMus è organizzato dalla libera associazione culturale Ars Aeterna, con la collaborazione del Comune di Tremezzina.

Info, programma completo dei concerti, prezzi dei biglietti e prenotazioni: www.lacmusfestival.com - info@lacmusfestival.com.

Giovanni Scotti