Autochtona Awards: assegnati i premi che celebrano la tipicità

21/10/2017

La giuria, composta da 8 giornalisti ed esperti del settore, di Autochtona Awards ha proclamato i vincitori (nella foto di Marco Parisi) di Autoctoni che Passione!”, cuore della rassegna bolzanina Autochtona giunta alla. quattordicesima edizione.

È un viaggio che attraversa Nord e Centro Italia quello tra le aziende vincitrici del premio dedicato ai vini provenienti da vitigni autoctoni. Dal Piemonte, con due etichette premiate, al Veneto e ancora al Friuli, si scende poi in Emilia Romagna e più a sud fino al Lazio. La lista dei premiati vede riconfermate alcune cantine, storiche espositrici della rassegna, oltre ad alcune realtà presenti in fiera solo a partire da questa edizione. Ampio anche il ventaglio dei vitigni, con alcune varietà più note accanto a uve meno conosciute.

Il premio Miglior Vino Rosso è andato all’azienda Claudio Alario, presente ad Autochtona sin dalla sua prima edizione, con il suo Dolcetto di Diano D’Alba DOCG Sorì Costa Fiore 2016. Il Piemonte si è aggiudicato anche il riconoscimento per il MigliorVino Rosato, assegnato al Lirico Monferrato DOC Chiaretto 2016 di Cascina Gilli. Il Miglior Vino Dolce è risultato il Picolit DOCG Colli Orientali del Friuli 2013 dell’azienda Aquila del Torre.

Per le Migliori Bollicine ha trionfato, ancora una volta, l’azienda emiliana Cantina della Volta, già vincitrice in questa categoria nel 2016, che, quest’anno, ha convinto la giuria con il suo Lambrusco di Modena DOC Rosé Spumante Brut Metodo Classico 2013. Il premio Miglior Vino Bianco, invece, è andato al Maturano IGT del Frusinate Arcaro 2016 dell’azienda agricola D.S. Bio, ottenuto da un antico vitigno autoctono laziale coltivato sin dall’antichità nella Valle di Comino e Media Valle del Liri, a 500 metri sul livello del mare.

Infine, lo Speciale Terroir, assegnato come da tradizione all’etichetta che meglio rappresenta l’espressione del vitigno legato al suo territorio di riferimento, è andato, quest’anno, all’azienda Maeli del Veneto con il suo Dilì Moscato Giallo IGT Veneto Vino Frizzante 2016: un vino secco rifermentato in bottiglia ottenuto da un’uva aromatica, che ha saputo stupire per la sua originalità.

Info: www.autochtona.it